logo

TECAR TERAPIA

Trasferimento Energetico Capacitivo e Resistivo

Derivante dalle parole greche caldo e profondo, la Tecar Terapia o Diatermia è una pratica utilizzata per la cura di patologie locomotorie, che realizza le sue proprietà curative mediante un innalzamento della temperatura in alcune zone non superficiali del corpo inducendo, in queste, calore attraverso il trasferimento esterno di energia. L’effetto ultimo è dato dalla stimolazione energetica all’interno dei tessuti biologici al fine di attivare i naturali processi riparativi ed antinfiammatori. Il trasferimento di energia ai tessuti lesi è indotto dalle cosiddette correnti di spostamento, ottenute grazie ad un macchinario brevettato per l’utilizzo di correnti ad alta frequenza. Il macchinario lavora in due modalità, capacitiva e resistiva, ed è dotato di due elettrodi, di cui uno fisso (piastra di scarico), apposto sotto il paziente ed uno mobile utilizzato dall’operatore che esegue il massaggio sulla zona interessata.

Effetti

  • STIMOLO METABOLICO, con incremento della produzione di ATP e riduzione dei processi riparativi;
  • STIMOLAZIONE EMATICA E DRENAGGIO LINFATICO, con aumento dell’ossigenazione dei tessuti e del riassorbimento degli edemi;

 Campi di applicazione

  • Tendiniti e tendinosi (achilleo, rotulea, bicipitale …)
  • Lesioni muscolari acute e croniche (contratture, stiramenti e strappi)
  • Artropatie (coxalgie, coxartrosi, gonalgie, gonartrosi …)
  • Lombalgie e Lombosciatalgie
  • Cervicalgie e Cervicobrachialgie
  • Epicondiliti ed Epitrocleiti
  • Sindrome del tunnel carpale
  • Traumi distorsivi acuti e cronici
  • Postumi di fratture
  • Sindromi dolorose acute e croniche
  • Algodistrofie
  • Patologie della cuffia dei rotatori
  • Fasciti plantari
  • Metatarsalgie
  • Linfedemi

Controindicazioni

  • La tecarterapia non ha controindicazioni né effetti collaterali. La terapia è comunque sconsigliata nei casi di portatori di pace-maker e donne in gravidanza.