logo

MAGNETOTERAPIA

Chiamata tecnicamente “elettromagnetoterapia pulsata ad alta frequenza”, la Magnetoterapia è conosciuta ed apprezzata per i buoni risultati che permette di raggiungere nel settore fisioterapico ed è particolarmente indicata nelle affezioni dolorose localizzate. Grazie agli apparecchi di magnetoterapia, attraverso i campi magnetici statici o tempo variabili a bassa frequenza da essi generati, è possibile ristabilire il naturale potenziale elettrochimico cellulare delle cellule danneggiate. Tale azione di eccitazione delle cellule, determinato da un uso maggiorato di ossigeno, comporta una rapida azione di rigenerazione dei tessuti ossei e cutanei ed in generale un incremento dell’attività biologica dell’organismo.

Effetti

  • Effetto antiflogistico ed antiedemigeno
  • Effetto stimolante la riparazione tissutale

Campi di applicazione

  • Pseudoartrosi
  • Morbo di Sudeck ed osteoporosi
  • Artropatie di natura infiammatoria e degenerativa
  • Arteriopatie obliteranti
  • Psoriasi

Controindicazioni

  • Portatori di pacemaker o altri elettrostimolatori;
  • In presenza di neoplasie nell’area trattata.