logo

ELETTROTERAPIA

L’ elettroterapia utilizza, a scopo terapeutico, l’energia elettrica in tutte le sue forme, da quelle continue a quelle variabili. L’applicazione locale di impulsi elettrici alternati o continui, scelti espressamente in funzione degli obiettivi da raggiungere, determina un considerevole beneficio al muscolo interessato, stimolandolo in caso di muscolo denervato, riducendone l’ipotrofia in caso muscolo normoinnervato ma poco utilizzato, ed infine mantenendone il trofismo in caso di muscolo denervato. Le principale applicazioni dell’elettroterapia sono la TENS (Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation ossia Elettrostimolazione nervosa transcutanea), le Correnti Dinamiche, la Ionoforesi e l’Elettrostimolazione Eccitomotoria.

Effetti

  • ANTIDOLORIFICO
  • ECCITOMOTORIO (stimolazione muscolare)
  • TROFICO (miglior apporto vascolare e di nutrizion)

Campi di applicazione

In funzione dello specifico caso e della specifica tecnica utilizzata:

  • Tendiniti;
  • Alterazioni circolatorie periferiche;
  • Artrosi e artriti;
  • Borsiti, tendiniti e affezioni post-traumatiche;
  • Nevralgie.
  • Dolori radicolari;
  • Nevralgie post-erpetiche;
  • Artrite reumatoide;
  • Artralgie e mialgie localizzate;
  • Traumatismi.

Controindicazioni

  • Presenza di pace-maker o di altre apparecchiature elettroniche impiantate nella zona immediatamente sottostante la stimolazione, lesioni cutanee, infezioni, infiammazioni, flebiti, tromboflebiti.